×
La fine di Dreamweaver PDF Stampa E-mail
Scritto da Claudio M. Alessi   
Mercoledì 01 Aprile 2009 07:28
Dreamweaver In un articolo (inglese) apparso sul magazine del Regno Unito PCPRO, si discutono le correnti funzionalita' del famigerato software per lo sviluppo di applicazioni web rilasciato dalla Macromedia, in riferimento al percorso intrapreso dalle nuove forme di produzione di applicativi per il web che estendono sempre di piu' il panorama dell'ormai ampiamente noto Web2.0. Tom Arah, infatti, nonostante innalzi le potenzialita' di questa suite di sviluppo, sottolineando il fatto che la versione CS4 e' stata una dei rilasci piu' impressionanti che non si vedevano da anni e che, sebbene Expression Web di Microsoft abbia un briciolo di credibilita' in piu' rispetto al suo predecessore Front Page, sia ugualmente nettamente inferiore a Dreamweaver, ha esordito con la frase I’m sorry but Dreamweaver is dying (Mi spiace, ma Dreamweaver sta' morendo).

Il principale problema, quello "reale", dice Arah, e' che il web sta cambiando drasticamente. Le applicazioni web generate dinamicamente, come Amazon o molti dei blog che ci sono in circolazione, offrono molto di piu' di quanto possano offrire i migliori siti creati con HTML statico. Dai meccanismi per i commenti, votazione, feed RSS/Atom, e cosi' via. In effetti, Tom fa notare che queste caratteristiche non sono da considerarsi delle funzionalita' aggiuntive ma le vere e proprie fondamenta. I siti web gestiscono principalmente contenuti, ad esempio, i campi di ricerca indicizzati e i sistemi per effettuare dei post anch'essi localizzabili tramite un motore di ricerca interno oggi sono indispensabili e proprio su questi due argomenti sia Dreamweaver che molti altri editor HTML statici hanno mostrato grosse carenze. Tom aggiunge che Eventuali librerie di Dreamweaver o template sono solo patch, non soluzioni. Schermata Dreamweaver

Si consideri che il Web2.0 sia orma una realta' a tutti gli effetti, questo segna il cambio di un era e cio' e' valido in particolar modo per i software che si occupano di crearlo questo web. A questo punto la domanda sorge spontanea: e' la fine di Dreamweaver e della progettazione web basata su Dreamweaver? Visto che i siti web statici sono destinati a scomparire dal web dando spazio al concetto di dinamicita' la risposta e' probabilmente si', specie se Macromedia non comincera' ad arricchire questo software con tutti gli strumenti necessari a sviluppare siti web dinamici e di qualita'.
Nel frattempo, un'alternativa e' quella di affidarsi a systemi per la gestione dei contenuti (CMS) come Joomla! o Drupal (e perche' no? MODx), i quali possono facilmente favorire il passaggio dalla progettazione Web1.0 allo sviluppo dinamico' basato su script PHP e altri del Web 2.0.

A la luce di tutto questo una breve riflessione e' indispensabile.
Sebbene le tecnologie che favoriscano la produzione di applicativi per il web siano un grosso contributo per le comunita' di webmaster di tutto il mondo, aiutino a risparmiare tempo che si traduce (come sempre) in denaro e concedono a chi non e' molto esperto di poter creare siti web di qualita' col minimo sforzo, e' necessario sottolineare che la creazione di un sito web e i compiti di un webmaster vanno al di la' di quello che viene definito front end, ovvero l'interfaccia del sito vero e proprio. Molteplici sono i fattori che sempre piu' spesso si tende a tralasciare: sicurezza, efficienza (specie quando si interroga un database), qualita' del codice, e molti altri. L'unico modo per avere la piena padronanza delle proprie applicazioni e distinguersi dai webmaster-per-caso e' sapere esattamente cosa ci sia effettivamente dietro i click su un menu' di Dreamweaver o all'interno di un CMS. Le suite di sviluppo devono semplificare la vita a chi il codice lo conosce bene ma vuole risparmiare tempo, non consentire a chi non conosce assolutamente nulla di sviluppo web di creare applicazioni. Questo differenzia un buon webmaster da uno che semplicemente prova a farlo (anche se con discreto successo in termini grafici).

Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
sala-giochi-online-vecchi
Home Servizi Contatti Facebook Google+

Login

Visite e Visitatori

374862
OggiOggi114
IeriIeri198
In SettimanaIn Settimana312
Questo MeseQuesto Mese2353
TotaliTotali37486202

Dona a Risveglio.tv

Se credi che questo sito ti abbia fatto risparmiare dei soldi e tempo, donaci qualcosina, anche un caffè.

Amount: 

Cerca in Risveglio.tv

acquista-banner

arredamenti-roma

pittrice-impressionista